martedì 3 gennaio 2017

Meno botti a Trieste quest’anno. Il WWF ringrazia.

Notte di Capodanno con assai meno botti a Trieste rispetto agli altri anni. I cittadini stanno divenendo consapevoli della pericolosità di questo comportamento e per questo il WWF di Trieste li ringrazia.

Si deve tuttavia segnalare come sia iniziata una battaglia contro le ordinanze comunali da parte della Associazione nazionale imprese spettacoli pirotecnici, che ha fatto sospendere dal TAR Lazio l’ordinanza della Sindaca di Roma.

Le giuste ordinanze dei sindaci italiani rischiano il prossimo anno di non venir emanate per il timore di azioni giudiziarie. E’ importante quindi che le associazioni di tutela ambientale e degli animali individuino per tempo soluzioni normative che consentano l’adozione di questi provvedimenti.
I rischi derivanti dall’uso dei fuochi d’artificio sono d’altra parte evidenti anche rispetto al pericolo di propagazione di incendi, in particolare nei periodi di forte siccità. Lo abbiamo visto a San Dorligo della Valle dove nella notte di Capodanno si è sviluppato un vasto incendio sul Monte San Michele all’ingresso della Val Rosandra.

sabato 31 dicembre 2016

Ordinanza comunale contro i botti


Ottima ordinanza a tutela degli animali da parte del Comune di Trieste.
Ecco il testo:
Divieto e regolamentazione dell'utilizzo di petardi e accensione di fuochi pirotecnici di qualsiasi genere su tutto il territorio comunale nel periodo dal 30 dicembre 2016 al 1 gennaio 2017
Valutando come la pratica del lancio di botti e fuochi d'artificio, oltre a essere fonte generale di pericolo per il rischio di procurare gravi danni a cose o lesioni alle persone, comporti pure per il rumore provocato dagli scoppi un perdurante disturbo alla quiete pubblica nonché effetti traumatici agli animali, è stato disposto (anche in linea con il vigente Regolamento per la tutela e il benessere degli animali che prevede che il Comune persegua e condanni ogni manifestazione di maltrattamento verso gli animali e qualsiasi comportamento lesivo della loro integrità psico-fisica), il divieto dell'utilizzo di fuochi d'artificio, sparo di petardi, mortaretti, razzi e altri artifici pirotecnici di qualsiasi natura o genere, su tutto il territorio comunale, dalle ore 16 del 30 dicembre alle 23.30 del 31 dicembre e dalle ore 1 alle 24 del 1 gennaio 2017.
E' inoltre vietato in modo particolare, anche nello spazio temporale compreso tra le ore 23.30 del 31 dicembre alle ore 1 del 1 gennaio, l'utilizzo di fuochi d'artificio, sparo di petardi, mortaretti, razzi e altri artifici pirotecnici all'interno del perimetro compreso tra le vie del Mercato Vecchio, Pozzo del Mare, del Teatro Romano, Corso Italia, Piazza della Borsa, via Canal Piccolo, Piazza Tommaseo, Riva Tre Novembre e Riva del Mandracchio, interessate dalle manifestazioni centrali di celebrazione del Capodanno.
I trasgressori (in entrambe le situazioni, n.d.r.) saranno soggetti a una sanzione amministrativa nei limiti previsti da 25,00 Euro a 150,00 Euro, con ammesso il pagamento in misura ridotta pari a Euro 50,00.

giovedì 29 dicembre 2016

Gita sul Monte Lanaro

Ecco alcune foto, scattate dai nostri soci Stefano e Franca, della bella gita di lunedì scorso sul monte Lanaro. Accompagnati dalle sapienti spiegazioni e dalla simpatia del Prof. Poldini ci siamo inoltrati nel bosco e nella landa carsica fino alla cima da dove, grazie ad una giornata di sole e ad una visibilità discreta, abbiamo lasciato spaziare lo sguardo fra le valli e le alture sottostanti fino ai monti lontani e al mare del nostro golfo.
Altre foto sono visibili con un clic sul nostro link a Flickr qui a lato.