giovedì 7 dicembre 2017

Domenica 17 dicembre: Passeggiata alla scoperta delle perle della riviera di Abbazia (Opatija)

Da Volosko, piccolo borgo di pescatori che mantiene ancora la sua struttura medievale, parte il Lungomare o Franz Joseph Promenade, la passeggiata costiera di 12 km che unisce tutti i paesi della riviera abbaziana e che noi percorreremo per un tratto. Lungo il percorso potremo ammirare paesaggi da cartolina, panorami che spaziano sul Golfo del Quarnaro e le sue isole, porticcioli colorati, ville del periodo asburgico con i loro magnifici parchi, fra cui non mancheremo di soffermarci a Opatija per ascoltare dalla nostra  amica giornalista e naturalista Chiara Veranic  la storia di Villa Angiolina e per ammirare il giardino pieno di piante esotiche portate da paesi lontani, secondo la moda dell’epoca. La villa ospita il Museo del turismo croato con collezioni di fotografie e cartoline d’epoca. Non mancheranno le occasioni per soste rigeneranti e, volendo, per gustare piatti locali. Per il ritorno a Volosko è possibile utilizzare l’autobus di linea.

Informazioni:
Partenza in auto private da Piazza Oberdan alle ore 8:00 e rientro in serata. Chi ha bisogno di un passaggio lo segnali al momento della prenotazione (posti limitati).
Portare con se un documento valido per l’espatrio, kune, acqua. Indossare scarpe comode..
Costi: Biglietti d’ingresso (15 kune) e pedaggi a carico dei partecipanti. Pranzo facoltativo. Attenzione: munirsi di valuta locale (kune) per i biglietti d’ingresso e i pedaggi.
Informazioni e prenotazioni entro venerdì 15 dicembrewwftrieste@gmail.com 
Importante! Nell’email di prenotazione specificare:
·      cognome e nome di tutti i partecipanti,
·      auto propria: sì/no ed  eventuali posti disponibili
·      numero telefonico

giovedì 26 ottobre 2017

Il verde in città: alberi e siepi dei nostri giardini. Concorso per le scuole

Il WWF Trieste organizza un concorso di educazione ambientale, riservato alla scuola primaria e secondaria di primo grado sul tema del verde urbano.
La città è sempre più inquinata e congestionata dal traffico e i giardini rappresentano un’oasi dove potersi rilassare e riappropriare dei naturali ritmi di vita.

Cerchiamo di conoscere meglio i numerosi servizi ecosistemici, che il verde urbano ci offre. Oltre all’azione di tenuta del terreno e del miglioramento della qualità dell’aria, gli alberi e le siepi hanno da sempre rivestito una funzione ecologica essenziale, offrendo cibo e rifugio a centinaia di forme di vita, dalle farfalle e dagli insetti sino ai fiori, agli uccelli, ai piccoli rettili e mammiferi. I giardini, le siepi e i viali fungono da corridoi ecologici per molte specie animali che le utilizzano per attraversare territori antropizzati a loro sfavorevoli. E’ inoltre dimostrato che il verde contribuisce al miglioramento del benessere psico-fisico delle persone. 

Iscrizioni al concorso entro il 13 novembre. Consegna elaborati entro le ore 12.00 del 12 dicembre. Per informazioni: wwftrieste@gmail.com

giovedì 19 ottobre 2017

Escursione lungo il sentiero del TIGR - Percorso storico-naturalistico dei partigiani: sabato 28 ottobre 2017

Il sentiero ad anello si snoda nella grande depressione che si estende tra Beka e Ocisla tra magnifici boschi ed è dedicato all'organizzazione rivoluzionaria della Venezia Giulia che operò tra le due guerre.

Il cammino ci porterà ad ammirare i fenomeni carsici degli affluenti del torrente Rosandra. Nel corso di migliaia di anni si è formato un vasto e spettacolare sistema di inghiottitoi, forre e grotte in corrispondenza degli strati calcarei, mentre nell'altro lato della valle gli strati marnoso-arenacei convogliano le acque piovane regalando ruscelli, pozze e cascate, habitat per diverse specie animali tra cui la salamandra pezzata.

A Ocisla, località menzionata già in epoca medioevale e luogo in cui Scipio Slataper passò la sua adolescenza, visiteremo una cisterna coperta con volta a botte del 1824, prima di concludere l'anello passando per l'antico mulino, ormai allo stato ruderale, memoria di antiche attività che si svolgevano in questo territorio.

Ci guiderà alla scoperta di questo luogo particolare la guida naturalistica Alice Sattolo e parteciperanno il prof. Livio Poldini e il dott. Fabio Gemiti che illustreranno gli aspetti botanici e idrogeologici.

Difficoltà: facile-media. Sono previsti alcuni agevoli guadi dei torrenti, alcuni tratti di sentiero scivoloso.
Durata: circa 6 ore comprese le soste e le spiegazioni
Lunghezza percorso: 6 km
Dislivello: 200m salita / 200 discesa

Informazioni